Meno Imu e bonus.

Un nuovo accordo territoriale sarebbe anche l’occasione per chiedere al Comune un saggio uso della leva fiscale, che favorisca la riduzione dei canoni: Imu agevolata al 5,7% sulle case ad affitto calmierato, con un ulteriore abbattimento ai proprietari che riducono del 10% il canone concordato, e un bonus di 500 euro ai proprietari che passano dagli affitti a libero mercato al sistema calmierato. C’è un interesse oggettivo del Comune a favorire un accordo territoriale, in considerazione della spesa notevole, vicina a un milione di euro, che ogni anno viene sostenuta dal Comune per l'emergenza casa. per l’emergenza casa. L’accordo territoriale allenterebbe la tensione abitativa.


Email

Articoli correlati

Affitti più alti. 

Poche case pubbliche.

I numeri del disagio.